Italian English French German Spanish

lavora presso la Masseria Pilapalucci-Presidio della mandorla di Slow Food.

 

 

 

 

Francesco Paldera, barese, ha maturato esperienze in Italia e all’estero.

Ambasciatore della cucina della Regione Puglia e della cucina italiana per l’ICE (Agenzia italiana per il commercio con l’estero) nel mondo.

Nel 2015 ha ottenuto la menzione speciale dalla giuria per la “Sostenibilità” nella gara internazionale di chef professionisti "The Vegetarian Chance".

E' anche formatore di Alta ristorazione per la Federazione italiana cuochi km 0. 

 

 

 

 

 

Chef Francesco Paldera autore

 

 

"MENU DI PUGLIA" "TASTE OF APULIA" 

Il volume presenta menù completi, dall'aperitivo al dessert, che ripropongono le opere culinarie frutto delle sapienti mani dello chef Francesco Paldera.
 

La particolarità di queste gustose ricette consiste nel fatto di essere basate esclusivamente su prodotti tipici pugliesi.

Ingredienti semplici trasformati in piatti unici che, uniti all'olio e ai vini consigliati dallo chef, permettono di richiamare i sapori e valorizzare le prelibatezze che hanno reso la Puglia un punto di riferimento mondiale nel campo della gastronomia.


L'Ambasciatore del Buon Gusto ha deciso di riproporre al grande pubblico i piatti che, durante i suoi numerosi tour internazionali, hanno reso celebre la cucina pugliese. Di qui la scelta di proporre i testi in italiano e anche in inglese, in modo da rendere quest'opera fruibile anche da parte di un pubblico internazionale. 

 

 

"MENU DI PUGLIA" 

La cucina pugliese a base di prodotti della sola terra riserva molte sorprese, grazie a ingredienti tipici della tradizione ma utilizzati in modo sapiente e originale dallo chef Francesco Paldera, che riesce a rendere piatti all’apparenza molto poveri creazioni uniche.
Venti ricette inedite divise tra aperitivi, antipasti, primi piatti, secondi piatti e dessert per gli amanti della buona cucina vegetariana. Lo chef Paldera riesce bene a coniugare l’immenso patrimonio pugliese di ulivi, orti, coltivazioni spontanee e frutti con la solita creatività e semplicità che contraddistingue la sua cucina. Per i più appassionati, l'autore entra nello specifico e nei dettagli dei prodotti tipici, Dop e con presidio Slow Food Puglia, per far conoscere provenienza, nomi e qualità di ogni singolo prodotto.